TORBA MOOR – Elisir riducente d’autunno

Le proprietà rigeneranti di un elemento vegetale da utilizzare per bagni caldi ed impacchi leviganti

Questo mese vi consigliamo di provare i bagni di TorbaMoor.

A novembre, con l’arrivo dei primi freddi, aumenta il desiderio di calore e di un bagno serale che dissolva le tensioni della giornata. Se poi ci aiutasse anche a ridurre inestetismi ed impurità sarebbe il massimo.
Per un efficace trattamento casalingo, ci viene in aiuto dalla natura la TorbaMoor.
L’uso di questa torba per bagni rigeneranti e rilassanti vanta una lunga tradizione; in più, tale composto svolge un’azione levigante e rivitalizzante.
Se ne possono versare circa 100g nella vasca da bagno, in temperatura di 37/38°C, immergendosi poi per 20 minuti nel bagno riattivante. Altrimenti, si può utilizzare pura per spennellature sulle zone più colpite da ristagni di liquidi e adiposità, avvolgendo la parte con della pellicola trasparente e un asciugamano caldo per 30 minuti, per poi sciacquarsi nel bagno di torba.

Almeno 20 minuti: è questa la durata ideale del bagno, cercando di godersi questo tempo in pieno relax per permettere alla TorbaMoor di raggiungere gli stati profondi del derma, rivitalizzandolo.

Dopo lo scrub, la pelle è pronta a trarre il massimo beneficio dal bagno arricchito con la torba, la cui azione è ulteriormente favorita dall’acqua calda: dilatando i pori, migliora la penetrazione dei principi attivi. Il bagno alla torba favorisce l’eliminazione delle tossine con benefici sulla silhouette.

Usata sin dai tempi antichi per la sue preziose proprietà riattivanti: i principi attivi organici ed inorganici presenti nella TorbaMoor, macerati per secoli nel sottosuolo, svolgono una profonda azione preventiva depurativa della pelle, promuovendo la riduzione di cuscinetti e buccia d’arancia.

Caldo e freddo: dopo il bagno si può effettuare una rapida docciatura calda e fredda, la cui alternanza stimola la circolazione, favorendo il drenaggio e amplificando così l’effetto riducente.

La pelle apparirà alla fine vellutata, rigenerata ed elastica.

L’ideale consiste nell’effettuare il trattamento la sera, prima di coricarsi, 2 volte la settimana: durante il riposo la TorbaMoor potrà svolgere al meglio la sua azione rigenerante. Già dopo 1-2 bagni le gambe appariranno più leggere; ripetendo il trattamento, fianchi, addome, glutei, braccia ritroveranno la naturale tonicità.

Usare la TorbaMoor significa aggiungere al nostro bagno un concentrato di migliaia di anni che rivitalizza e rigenera la pelle, restituendole la tensione e la morbidezza naturali.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.